Itinerari Siena

Scoprire la città e la sua bellezza

Itinerari Siena

Scoprire la città e la sua bellezza

Visitare Siena significa entrare nella sua storia, scoprire i celebri personaggi del passato e restare incantati dalla bellezza senza tempo della città.

In questa pagina suggeriamo alcuni itinerari e luoghi della città da visitare durante il soggiorno all’Antico Borgo San Lorenzo.

Santa Caterina di Siena​

Santa Caterina è nata a Siena e qui è possibile rivivere una parte della sua vita. Il percorso prevede la visita alla casa dove è nata e la Basilica di San Domenico, dove è conservata la reliquia della sua testa.
La Basilica presenta splendidi affreschi del ‘500 e merita una vista per l’atmosfera particolare che ha conservato. Il percorso si snoda per la strada che Santa Caterina percorreva ogni notte per prestare il suo servizio ai malati dell’Ospedale Santa Maria della Scala.

San Bernardino da Siena

San Bernardino da Siena è stato uno dei santi predicatori più coinvolgenti del suo tempo. Dotato di uno spirito critico, osservatore acuto della società, ha tenuto prediche accorate, ancora molto attuali.Il percorso a lui dedicato permette di scoprire a fondo la personalità di questo predicatore nato a Massa Marittima nel 1380. Il percorso prevede la visita alla basilica di San Francesco, l’oratorio a lui dedicato. 

La voce di Siena

Questo percorso permette di scoprire un volto di Siena più nascosto e misterioso. Prevede passeggiate nei vicoli più nascosti, dove l’antica voce di Siena sembra riecheggiare tra le strade strette.
La passeggiata porta verso Castelvecchio, il cuore antico della città che accoglie tra le sue mura una delle fonti senesi più misteriose. Il percorso è indicato a chi ha già visitato i luoghi più caratteristici di Siena e desidera scoprire anche il carattere più nascosto della città.

Il palio di Siena

L’itinerario dedicato al Palio di Siena permette di comprenderne a fondo la sua storia e l’importanza che questa manifestazione ha per i senesi. Partendo dalla visita di Piazza del Campo, dove si svolge il Palio, è possibile visitare uno dei musei di contrada.
Durante questo itinerario si possono visitare le Chiese di Santa Maria Assunta e Collegiata di Santa Maria, entrambe storicamente legate al Palio di Siena. Un percorso che permette di vivere una tradizione in voga dal 1200.

La leggenda e il miracolo

Come ogni città medievale anche Siena ha tante leggende nate nella notte dei tempi e raccontate, oltre che dalla gente, dai palazzi e dalle Chiese, mute testimonianze di antiche credenze.
Siena nacque Pia de’ Tolomei, la nobildonna incontrata da Dante nel V Canto del Purgatorio che racconta la sua straziante storia. Durante questo itinerario è possibile ritrovare le tracce de “la Pia”, ma anche trovare testimonianze miracolose come le particole incorrotte della Basilica di San Francesco. Un tour nel mito e nella leggenda di una delle città più affascinanti della Toscana.

Siena Classica

Il tour consiste nella visita ai principali monumenti della città ed è ideale per chi non è mai stato a Siena. Il percorso prevede una passeggiata per il Corso e le principali strade di Siena, fino ad arrivare alla celebre Piazza del Campo, dove si tiene il famoso palio.
Durante la passeggiata sarà possibile visitare l’antica e storia sede della banca Monte Paschi e accedere alla Basilica di San Domenico, dove è conservata la testa della compatrona d’Europa, Santa Caterina.

La giornata si può arricchire con visite alla Pinacoteca Nazionale, al Museo dell’Opera del Duomo e al Museo Civico. Tra un museo e l’altro, non dimenticare mai di fermarsi a gustare i vari prodotti tipici: una vera delizia per il palato!

Arte Senese

Nel ‘300 Siena era una città di grande prestigio dove i migliori artisti contemporanei hanno lasciato opere artistiche dalla bellezza indescrivibile.
La bellezza dei dipinti senesi, esaltata dal fondo d’oro, ha caratterizzato e influenzato per molti anni a venire l’arte italiana. Durante questo percorso è possibile ammirare le grandi collezioni di opere a fondo d’oro della Pinacoteca, oppure le suggestive reliquie provenienti da Costantinopoli e custodite nei sotterranei dell’Ospedale Santa Maria della Scala.
Prima di rientrare non si può assolutamente evitare una visita al Museo dell’Opera del Duomo, dove capeggia la splendida “Maestà di Duccio di Buoninsegna.